Un cammino lungo un anno. Gli ebrei salvati dal primo italiano «Giusto tra le Nazioni»

Listadelpopolo.it Un cammino lungo un anno. Gli ebrei salvati dal primo italiano «Giusto tra le Nazioni» Image
DESCRIZIONE
Quasi all'inizio del Bosco dei Giusti, a Gerusalemme, dove gli alberi sono più alti e antichi, c'è un grande carrubo dedicato ad Ezio Giorgetti, un albergatore di Bellaria, il primo in Italia ad aver ricevuto questo onore, il 16 giugno del 1964. Inoltrandosi nel parco, si incontra quello piantato, nell'aprile 1985, in memoria del maresciallo dei carabinieri Osman Carugno. A Giorgetti e Carugno devono la vita 38 ebrei, quasi tutti evasi dal campo di internamento di Asolo subito dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943 e arrivati a Bellaria, a nord di Rimini, il giorno 13. Nello sfacelo seguito alla fuga del re e del governo Badoglio a Brindisi, quel gruppo di profughi sta tentando di raggiungere il Sud. per attraversare la linea Gustav e guadagnare la libertà. Un progetto disperato. Il destino vuole, però, che si imbattano in quei due italiani che, davanti alla loro tragedia, non si tirano indietro: li nascondono prima a Bellaria e poi a Pugliano, nel Montefeltro, fino all'arrivo degli Alleati. Prefazione di Vittorio Emiliani.

INFORMAZIONE

DATA: 2012

ISBN: 9788880574354

DIMENSIONE: 8,77 MB

Scarica l'e-book Un cammino lungo un anno. Gli ebrei salvati dal primo italiano «Giusto tra le Nazioni» in formato pdf. L'autore del libro è Emilio Drudi. Buona lettura su listadelpopolo.it!

RadioEmiliaRomagna | Programmi | Un cammino lungo un anno

Giorgetti, il primo in Italia al quale è stato dedicato un albero, un carrubo, nel Bosco dei Giusti a Gerusalemme il 16 giugno del 1964, rivive insieme alla vicenda che lo ha reso immortale nel volume di Emilio Drudi intitolato "Un cammino lungo un anno. Gli ebrei salvati dal primo italiano 'Giusto tra le Nazioni'" (Ed.

Giornata della Memoria: domenica 22 al Museo ebraico di ...

anno: dal 13/9/1943 al 24/9/1944, un anno in cui sia le famiglie degli ebrei che Carugno, Giorgetti e le loro rispettive famiglie ri-schiarono di essere nuovamente internati i primi, fucilati i secondi, qualora scoperti dai soldati tedeschi. _'impegno del Sottufficiale ad aiutare il prossimo non nasce