Un po' più in là sulla destra

Listadelpopolo.it Un po' più in là sulla destra Image
DESCRIZIONE
Tre storici allo sbando e uno sbirro in disarmo: tornano gli stralunati protagonisti di "Io sono il Tenebroso" e "Chi è morto alzi la mano". Mentre è in appostamento su una panchina Louis Kehlweiler, detto il Tedesco, trova per terra un frammento di osso umano. Una traccia perduta dentro la città. All'apparenza ormai definitivamente. Eppure Kehlweiler la segue, con i suoi due aiutanti, Marc e Mathias. La segue con ostinazione e ossessione fino ad arrivare in un piccolo villaggio della Bretagna. Qui trova un collezionista di macchine per scrivere, fanatico di qualsiasi meccanismo ben oliato, un sindaco pavido e untuoso che non vuole problemi, un losco individuo ferocemente razzista, pronto a tutto pur di diventare sindaco lui. Con la pazienza e la fredda ferocia dell'indagatore, Kehlweiler toglie la maschera a tutti e ricostruisce la storia, le sue follie, le sue mostruosità. Inseguendo le tracce. Come chi scrive. Pubblicato per la prima volta in Francia nel 1996, il romanzo si distingue per il linguaggio terso, lo stile ironico e incisivo, la capacità di prendere per mano il lettore fino alla rivelazione finale, e l'accuratezza nei dettagli più sorprendenti, che deriva all'autrice dalla passione medievalista e dalla professione di zooarcheologa. Da qui il gusto per la detection, per le impronte, le tracce, le piccole cose senza importanza che permettono di dedurre, per una qualche "associazione di idee\

INFORMAZIONE

DATA: 2008

ISBN: 9788806182335

DIMENSIONE: 2,74 MB

Scarica l'e-book Un po' più in là sulla destra in formato pdf. L'autore del libro è none. Buona lettura su listadelpopolo.it!

Un po' più in là sulla destra - Wikipedia

F. Vargas, Un po' più in là sulla destra. Non appena arrivo al Rifugio Mezzalama, sento un tuono. Il sentiero spiana e mi avvicino alla costruzione in legno. Il sudore mi cola dalla fronte, dalle sopracciglia, dalla barba, per confluire in un unico getto all'altezza del mento.

Un po' piú in là sulla destra, Fred Vargas. Giulio Einaudi ...

F. Vargas, Un po' più in là sulla destra. Non appena arrivo al Rifugio Mezzalama, sento un tuono. Il sentiero spiana e mi avvicino alla costruzione in legno. Il sudore mi cola dalla fronte, dalle sopracciglia, dalla barba, per confluire in un unico getto all'altezza del mento.