Il rifugio e la prigione. La psicoanalisi tra clinica e critica

Listadelpopolo.it Il rifugio e la prigione. La psicoanalisi tra clinica e critica Image
DESCRIZIONE
Il quadro di sofferenza mentale oggi probabilmente più diffuso riguarda la difficoltà di entrare in relazioni profonde con gli altri. La tendenza è quella di proteggersi entro strutture che tendono a divenire col tempo luoghi mentali dai quali non è poi più possibile uscire: gioco compulsivo, videodipendenza, internet e così via. Anche nella società assistiamo ormai da anni al progressivo affermarsi di gruppi ed associazioni che trovano in un tratto identitario la ragione della propria esistenza: dai tifosi della squadra calcistica locale agli appassionati di cucina, dai sostenitori delle radizioni localistiche agli amanti del trekking, vi è una fioritura di gruppi che sostengono di fatto la frammentazione come sicuro rifugio in una società divenuta "mucillaggine". L'indagine psicoanalitica rileva come la psicopatologia individuale sempre più spesso si coniughi oggi, fino a confondervisi, con le nevrosi della comunità in quanto tali.

INFORMAZIONE

DATA: 2013

ISBN: 9788857518251

DIMENSIONE: 5,54 MB

Leggi il libro Il rifugio e la prigione. La psicoanalisi tra clinica e critica PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su listadelpopolo.it e trova altri libri di Adriano Voltolin!

Libri indispensabili di Psicologia pagina 164

Il volume prende in esame, a partire da memorie e testimonianze, il tragitto formativo del gruppo fondatore delle Brigate Rosse. L'idea di fondo di una parte del gruppo era quella di ristabilire le ragioni di chi si batté per un'idea di Stato in cui prevalessero uguaglianza, giustizia e libertà.

Jacques Lacan, politica e psicoanalisi - Il Foglio

A maggio, nel Convegno di Torino riproposto nel libro, è lo stesso Miller a spiegare: "Ho un progetto: essere presenti, non soltanto nella clinica, nella psicologia individuale, come dice Freud ...