Storia del presepe. Personaggi, miti, simboli

Listadelpopolo.it Storia del presepe. Personaggi, miti, simboli Image
DESCRIZIONE
Rappresentazione tra le più significative della religione cristiana, il presepe è il risultato di una lunga stratificazione di forme e contenuti, eterogenei per provenienza religiosa e culturale, i cui principali e irrinunciabili elementi costitutivi sono profondamente influenzati da scritture apocrife, esegetiche e leggendarie, più che dalla stringata narrazione evangelica. Dietro le statuine che animano la scena della Natività residuano dispute teologiche, tradizioni, interpretazioni, significati, assimilati nel patrimonio mitico e religioso cui fa riferimento il presepe ecclesiastico e, in misura maggiore, quello popolare. Personaggi, animali, miti e simboli, nati sotto la spinta di specifiche esigenze dottrinali, che nel corso dei secoli acquisiscono una loro sacralità e che conferiscono al presepe la poeticità, il fascino e la magia che giustificano, in parte, la sua indistinta diffusione tra credenti e laici.

INFORMAZIONE

DATA: 2015

ISBN: 9788864731346

DIMENSIONE: 4,43 MB

Leggi il libro Storia del presepe. Personaggi, miti, simboli PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su listadelpopolo.it e trova altri libri di Erberto Petoia!

I personaggi del Presepe Napoletano e il loro significato

Enrica Salvatori, Storia e simboli dietro le statuine del presepe, in Quark n. 11; Fernando e Gioia Lanzi, Il Presepe e i suoi personaggi, Jaca Book, Milano 1999. AA.VV. Il Presepio- tradizione, storia immagini, Itaca Tools, Faenza, 1995. Per i presepi regionali italiani.

Letture: Storia del presepe - A. I. Amici del Presepio

Simbologia del presepe. Secondo il Vangelo di Luca, Giuseppe con Maria, sua sposa, si recò a Betlemme per rispondere al censimento indetto da Augusto: "mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia perché non c'era posto per loro nella locanda…".