Robert Boyle. Un naturalista scettico

Listadelpopolo.it Robert Boyle. Un naturalista scettico Image
DESCRIZIONE
"Se dovessimo definire Robert Boyle, l'espressione più opportuna sarebbe indubbiamente quella che egli stesso impiegò come titolo del libro che rappresenta il suo testamento intellettuale, 'Il Virtuoso Cristiano'. Boyle incarnò infatti in modo esemplare quella metamorfosi del virtuoso che ebbe luogo a partire dalla metà circa del XVII secolo, quando la figura del gentiluomo pio dedito al sapere entrò progressivamente tra gli attori del rinnovamento delle scienze naturali. Da erudito interessato alle curiosità naturali e depositario di un sapere improntato alla tradizione classica, egli cominciò a guardare agli sviluppi della nuova scienza, pur conservando quell'eclettismo caratteristico dei gentlemen di inizio secolo. Accanto alle scienze naturali, Boyle coltivò interessi letterari, si occupò di filosofia morale e di esegesi biblica. I suoi studi teologici, insieme all'autorità di cui godeva come filosofo della natura, fecero di lui un protagonista del dibattito sul rapporto tra nuova filosofia e religione che animò la scena culturale inglese nei decenni successivi alla Restaurazione. Per Boyle, come per altri nomi della scienza seicentesca, lo studio del mondo naturale non fu affatto slegato da presupposti di carattere metafisico e teologico, come l'immortalità dell'anima e la resurrezione del corpo. Analizzando il contesto in cui emergono questi temi e il loro significato, il volume aiuta a comprendere la figura di Boyle come 'teologo laico'."

INFORMAZIONE

DATA: 2016

ISBN: 9788837229030

DIMENSIONE: 7,15 MB

Abbiamo conservato per te il libro Robert Boyle. Un naturalista scettico dell'autore Salvatore Ricciardo in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web listadelpopolo.it in qualsiasi formato a te conveniente!

Read PDF Robert Boyle Un Naturalista Scettico Online ...

Disegno di Robert Hooke del XVII sec. raffigurante la pompa per aria utilizzata da Boyle per i suoi esperimenti. Gli aristotelici distinguevano i corpi in 'naturali' e 'artificiali': la chimica occupandosi di quest'ultimi era assimilata ad 'arte pratica', utile alla medicina e alla metallurgia ma, non alla filosofia.

Boyle, il "chimico scettico" e la nascita del meccanicismo

Tra le sue pubblicazioni, Robert Boyle. Un naturalista scettico (Brescia, 2016) e Il dibattito sul vuoto nel XVII secolo. Antologia di testi (Roma, 2017). È autore, con Michele Camerota e Franco Giudice, dello studio The Reapparance of Galileo's Origjnal Letter to Benedetto Castelli pubblicato su «Notes and Records.