La campana non suona per te

Listadelpopolo.it La campana non suona per te Image
DESCRIZIONE
Un libro essenziale per gli amanti di Bukowski: quarant'anni di storia americana raccontati attraverso gli occhi dissacranti di una delle sue icone più controverse Le riviste underground hanno rappresentato per Charles Bukowski un'eccellente palestra per acquisire una tecnica e una metodicità artigianali che, unite al suo genio, avrebbero formato l'ossatura della sua narrazione inconfondibile. Questo libro, che riunisce per la prima volta i racconti apparsi sulle riviste tra il 1948 e il 1985, ne è la prova. Ogni settimana il nostro cronista d'eccezione si sedeva davanti alla macchina da scrivere e sfornava un pezzo attingendo alla sua corrosiva tavolozza di argomenti e stili tra i più vari: si spazia dalla satira contro la guerra e il razzismo alla fantascienza, dal racconto di formazione alla fiction vera e propria. Ma il nucleo del libro è costituito dalle celeberrime scorribande sessuali del Vecchio Sporcaccione: Bukowski filtra e reinventa sulla pagina le sue avventure con donne folli, violente, passionali, confidando ogni volta al lettore nuovi particolari, instaurando con lui un rapporto unico.

INFORMAZIONE

DATA: 2018

ISBN: 9788823519145

DIMENSIONE: 1,84 MB

Leggi il libro La campana non suona per te PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su listadelpopolo.it e trova altri libri di Charles Bukowski!

La campana non suona per te - Charles Bukowski - Libro ...

La campana non suona per te di Charles Bukowski. € 12,00 Trova la libreria più vicina Acquista online. Genere Narrativa generale, Letteratura. Collana TEA Trenta . Numero di pagine 316. Formato Brossura. Traduttore Simona Viciani. Su licenza di Guanda. Ean 9788850252558. Sfoglia le prime pagine.

La campana non suona per te - Charles Bukowski - Libro ...

La Campana Non Suona Per Te, di Charles Bukowski, non è la solita nuova raccolta di racconti dell'irriverente, ironico e geniale scrittore americano.. Certo, c'è tutto del solito Buk, compresi 'i taccuini del vecchio sporcaccione', quelli che l'hanno reso il poeta americano della vita vissuta al massimo, senza troppe pretese, né prospettive.