Gli occhiali sul naso

Listadelpopolo.it Gli occhiali sul naso Image
DESCRIZIONE
"A proposito del silenzio, sono un gran maestro in questo genere letterario". Isaak Babel' amava circondarsi di leggenda, ricordando di sé episodi e aneddoti di non mai accertata verità. Dopo i capolavori dell' Armata a cavallo e dei Racconti di Odessa, che ne hanno fatto tra i massimi prosatori russi e forse il più grande tra gli scrittori russi ebrei, visse nell'epoca di Stalin non senza alcuni privilegi, prima di tutto quello di poter viaggiare in Europa. Era amico e protetto di Gorki e quando questi morì nel 1936, pare scrivesse "ora verranno a cercarmi". Fu arrestato processato e fucilato nel 1940 dietro accuse ancora incerte e la sua morte fu conosciuta dalla seconda moglie (la prima viveva in Francia) solo nel 1953, un anno prima della riabilitazione completa "data l'inesistenza dei reati". Non scrisse molto e la sua scarsa alacrità, criticata entro l'associazionismo degli scrittori sovietici, era forse dovuta più all'impossibilità di restare "impuro e innocente" come nei suoi capolavori, che al dissenso attivo verso il Realismo socialista. Era tutto sommato "avvolto in un mantello di enigmatiche ambiguità\

INFORMAZIONE

DATA: 2011

ISBN: 9788838925412

DIMENSIONE: 4,55 MB

Scarica l'e-book Gli occhiali sul naso in formato pdf. L'autore del libro è Giovanni Maccari. Buona lettura su listadelpopolo.it!

Come non far appannare gli occhiali quando indossi la ...

Occhiali che cadono Ci sono persone che si mettono a posto gli occhiali centinaia di volte al giorno, ogni volta che questi scivolano verso il basso sul naso.

Giulia (Testo) - Antonello Venditti - MTV Testi e canzoni

Giovanni Maccari ha scritto un saggio sulla "vita romanzesca" di Isaak Babel'; Gli occhiali sul naso è il titolo del libro nel quale ricostruisce gli "anni tempestosi" dello scrittore sovietico di origine ebrea nato nel 1894 a Odessa e morto nel 1940 in un lager.