Didattiche da scoprire. Linguaggi, diversità, inclusione

Listadelpopolo.it Didattiche da scoprire. Linguaggi, diversità, inclusione Image
DESCRIZIONE
Il volume vuole mettere in luce le didattiche tradizionalmente meno praticate a scuola - in particolare quelle che assumono come fulcro l'esperienza della corporeità - nella convinzione che rappresentino una fonte di arricchimento e di inclusione per tutti gli studenti (fra cui quelli con difficoltà) perché più focalizzate sulla globalità degli apprendimenti, più vicine al sapere reale e dunque più in grado di valorizzare la loro partecipazione. L'opera pone al centro le didattiche focalizzate sul movimento, sulla musica, sulla drammatizzazione, sulla danza, sull'ambiente naturale e sul rapporto con gli animali. Viene dedicato interesse anche alla multimedialità come risorsa scolastica innovativa, nelle declinazioni della comunicazione digitale e del cinema, per la loro funzione di mediatori educativi. Tra gli autori dei saggi raccolti: Marisa Pavone, Maria Antonella Galanti, Pasquale Moliterni, Filippo Gomez Paloma, Serenella Besio, Mabel Giraldo, Flavia Bucciero, Francesco Di Iacovo, Paola Scarpellini, Angelo Gazzano, Chiara Mariti, Mariateresa Cairo, Lucia Chiappetta Cajola, Giorgio Guiot, Mario Paolini, Barbara Bruschi, Marco Guastavigna, Fabio Bocci.

INFORMAZIONE

DATA: 2020

ISBN: 9788861846722

DIMENSIONE: 8,96 MB

Scarica l'e-book Didattiche da scoprire. Linguaggi, diversità, inclusione in formato pdf. L'autore del libro è Richiesta inoltrata al Negozio. Buona lettura su listadelpopolo.it!

Didattiche da scoprire. Linguaggi, diversità, inclusione ...

lingua inglese: inclusione e intercultura nella scuola dell'infanzia relazionarsi alla diversitÀ allena i bambini al mondo di domani. una scuola internazionale È un vero e proprio esercizio di mondo.

PDF Lingua Inglese: Inclusione E Intercultura Nella Scuola ...

Lettera del Magnifico Rettore. La costruzione di un contesto inclusivo richiede il ricorso ad un linguaggio che faccia riferimento ai modelli concettuali maggiormente accreditati e a quanto sostenuto dagli organismi internazionali a cui anche il nostro Paese fa riferimento, come le Nazioni Unite, l'Organizzazione Mondiale della Sanità, la Comunità Europea.