E chi può salvarsi? Cristiani e pagani di fronte a Cristo, unico Salvatore

Listadelpopolo.it E chi può salvarsi? Cristiani e pagani di fronte a Cristo, unico Salvatore Image
DESCRIZIONE
Il presente volume è un esempio dell'attenzione costante che la riflessione teologica riserva alle religioni nel loro rapporto con il cristianesimo. La sua prospettiva è chiara e definita, volta a ripercorrere la letteratura neotestamentaria nell'ottica dell'alterità religiosa. La prospettiva teologica adottata, come espressamente dichiarato e svolto nella prima parte, è quella del magistero conciliare e post-conciliare, dal quale emerge un atteggiamento di crescente attenzione e positività di giudizio nei confronti delle religioni, che, senza modificare l'impianto dottrinale, lo approfondisce e lo articola in maniera sempre più specifica. All'esposizione vera e propria del dettato neotestamentario nell'ottica delle religioni sono dedicate la seconda e la terza parte, mentre l'ultima riprende in maniera ordinata i temi emersi dall'esame del testo biblico in vista di una sua visione d'insieme. Presentazione di Mariano Crociata.

INFORMAZIONE

DATA: 2020

ISBN: 9788867882045

DIMENSIONE: 2,50 MB

Scarica l'e-book E chi può salvarsi? Cristiani e pagani di fronte a Cristo, unico Salvatore in formato pdf. L'autore del libro è Marcelo Bravo Pereira. Buona lettura su listadelpopolo.it!

Studenti APRA - Rome, Italy | Facebook

È "maestro in Israele", testimone della novità religiosa che la famiglia di Abramo conserva gelosamente di fronte alle altre religioni, tutte 'pagane'. Sa che può dire la sua parola nel Consiglio del Sinedrio, dare del tu alle persone importanti del popolo. È uomo di cultura tra i colleghi Scribi, esperti di Bibbia e di leggi ...

saluto al convegno "evento cristiano e società italiana ...

Se Cristo è l'unico Salvatore dell'universo, della storia e dei cuori, allora è chiaro che non si può fare dell'adesione a lui la scusa per non tenere gli occhi aperti sulla concreta umanità in cui siamo immersi e per non avvertire quanto siano pungenti le difficoltà dell'ora attuale.